Vale ancora la pena di impegnarsi e commentare?

Mi giungono in queste ore sollecitazioni affinché scriva qualcosa, qualche commento alle vicende di questi giorni, all’ennesima sceneggiata, al trionfo del gioco delle parti fra annunciate dimissioni, finte sorprese e lacrime di vegliardo. Ma ne vale la pena? Occorre ancora una volta analizzare e scervellarsi per attribuire colpe, distinguere torti e ragioni, mali assoluti e sfumature di grigio (oddio, quanto e’ abusato questo termine ma non me ne sovviene un altro si tanto efficace)?

No, non vale la pena sprecare tempo e banda internet per descrive qualcosa alle quale potremmo applicare tutte le categorie che abbiamo applicato in questi anni allo squallore della vita politica peninsulare.

La soluzione, al solito, viene da lontano … mi astengo dunque dallo sciorinare una lunga lista di luoghi comuni limitandomi a seguire gli insegnamenti che già Seneca impartiva a Lucillo …

Due sono i casi: o li imiti o li odi. Ma sono da evitare l’uno e l’altro estremo: non devi assimilarti ai malvagi, perché sono molti, né essere nemico di molti, perché sono dissimili. Ritirati in te stesso per quanto puoi; frequenta le persone che possono renderti migliore e accogli quelli che puoi rendere migliori. Il vantaggio è reciproco perché mentre s’insegna si impara.

1 Comment

  • Giuseppe Fiamingo
    Posted 29 Settembre 2013 13:54 0Likes

    Era già tutto previsto…

    Di cosa meravigliarsi ora che il Pregiudicato ha dato il benservito al governo quando la propria incolumità/impunibilità erano a repentaglio?

    Forse che Napolitano ed il PD non sapevano che stavano costruendo il governo con un soggetto eversivo e delinquenziale, che ha DA SEMPRE anteposto i propri interessi personali a quelli del Paese ed é sceso in politico solo per salvare sé e le sue aziende, ai tempi sull'orlo della bancarotta?

    E perché il PD, per dare un segnale moralizzatore al Paese non ha mollato Berlusconi, creando un' altra maggioranza, quando costui é diventato un pregiudicato, continuando invece a governare con qualcuno che si é macchiato di evasione fiscale, un crimine odioso contro l'economia del Paese?

    Non si capisce poi perché tirare in ballo Grillo come responsabile della situazione…

    Il Movimento 5 Stelle sta facendo una seria opposizione a questo governo e coerentemente agisce, poiché ha detto che non farà mai da stampella ad un governo PD-PDL.

    Se certi sepolcri imbiancati, invece di guardare la pagliuzza nell'occhio del vicino vedessero la trave che é ne loro occhio…

Aggiungi un commento