EQUITALIA: NESSUNA FUSIONE CON AGENZIE DELLE ENTRATE

L’annunciata “rivoluzione copernicana” rischia di rimanere un annuncio in una slide del PdCM Matteo Renzi, (si veda ad esempio l’articolo di “Repubblica”).
Gia’ all’epoca della presentazione di disegni di leggeanti-Equitalia” (es. Minzolini-Aracri; M5S, etc …) invitammo a prestare molta attenzione … a non fare passare il messaggio all’opinione pubblica che eliminando il gabelliere si possa risolvere l’annoso problema della spesa pubblica e dell’efficienza della pubblica amministrazione.
Come previsto, la chiusura di Equitalia è pura demagogia populistica, con il governo e specialmente il suo presidente alla ricerca dei riflettori e dell’effetto-annuncio, in una pericolosa rincorsa a chi la spara più grossa … come se chiudere una manovra del genere equivalga a dire che non si pagano più tasse … poi qualche povero di spirito ci cade sempre ed alla fine a rimetterci sarebbe solo la collettività, che si dovrebbe accollare i costi della transizione, con il seguito di assunzioni clientelari che andrebbero ad ingrossare i ranghi del mare magno del pubblico impiego.
Questa apparente isteria è in linea con il recente slogan fiscale del presidente del consiglio, che recita: “pagare meno per pagare tutti“, che ha rovesciato la prassi storica della cosiddetta sinistra di lotta e di governo che recitava … “pagare tutti per pagare meno“. 
Ne è passata di acqua sotto i ponti … a voler pensare male, potremmo azzardare che implicitamente si getti la spugna rispetto, da un lato, alla riduzione della enorme spesa pubblica improduttiva e clientelare e, dall’altro, alla lotta contro l’altrettanto enorme evasione fiscale, due fenomeni perversi che si autoalimentano …
Equitalia non e’ la malattia del paese, ma un suo sintomo … la burocrazia vessatoria (l’antitesi di quella “razionale” weberiana) esiste nella misura in cui risulta funzionale alla stabilizzazione ed agli interessi della classe politica parassitaria ed alle cricche rappresentative del capitalismo clientelare del paese … non possono sopravvivere le une senza le altre.

“… un Fiorino …”

 

Aggiungi un commento