POSIZIONE ITALIA SU BUDGET UE: DISTINGUERE LA RINCORSA ALLA DEMAGOGIA DALLA SOSTANZA

Dopo la “censura” alle bandiere della UE dietro alla scrivania, il governo italiano continua nella sua linea di smarcamento dalla perfida Bruxelles, stringendo l’occhio alle pulsioni eurofobe ed euroscettiche, alcune delle quali basate su fatti non proprio privi di fondamento.

Come annunciato ormai da tempo, il governo tricolore ha roboantemente dichiarato di voler mettere il “veto” al bilancio UE, minaccia della quale abbiamo dato atto nel nostro gruppo FaceBook poche ore fa.

Ora, senza entrare nel merito delle questioni sollevate, delle quali stiamo discutendo in altra sede, questo atteggiamento appare quantomai stucchevole se si pensa che, per tutta la durata del governo Renzi, l’ITALIA HA VOTATO COSTANTEMENTE A FAVORE DI TUTTI, MA PROPRIO TUTTI, i provvedimenti discussi in sede di Consiglio UE!

Ora, vedremo per quanto tempo il duo Renzi & Gozi riusciranno a tenere il broncio … ma ci aspetteremmo quanto meno un atteggiamento meno supino sui provvedimenti concreti controversi (e ce ne sono), che renderebbe più credibile e coerente le attuali prese di posizione per non fare l’ennesima figura della “tigre di carta”.

Tigre di carta

Aggiungi un commento