IL 7 MAGGIO 1945
BUONGIORNO DALLA REDAZIONE DI CSV.
Le battaglie finali del Teatro europeo della seconda guerra mondiale, assieme alla resa della Germania, ebbero luogo tra la fine di aprile e l’inizio di maggio del 1945
il 27 aprile mentre gli Alleati si avvicinano a Milano, Benito Mussolini viene catturato da partigiani italiani mentre stava cercando di fuggire in Svizzera insieme a Claretta Petacci Vengono fucilati a Giulino di Mezzegra. I corpi vengono trasportati a Milano ed esposti alla folla.
Il 30 aprile, mentre sopra di lui infuriava la fase conclusiva della Battaglia di Berlino, realizzando, seppur con estremo ritardo, che tutto era perduto, Adolf Hitler si suicida nel bunker della Cancelleria assieme a sua moglie Eva.
Il 1º maggio il generale delle SS Karl Wolff e il comandante in capo della 10ª armata tedesca, Generale Heinrich von Vietinghoff, dopo lunghi negoziati segreti e non autorizzati con gli Alleati, ordinano a tutte le forze tedesche in Italia di cessare le ostilità e firmano un documento di resa incondizionata.
il 6 maggio alle 18:00 il Generale Hermann Niehoff a comando della città-fortezza di Breslavia, circondato e assediato da mesi, si arrende ai sovietici.
Alle 02:41 della mattina del 7 maggio 1945 il generale Alfred Jodl firma nei quartier generali Alleati di Reims in Francia i documenti di resa della Germania. I documenti stabiliscono che la cessazione delle attività della Germania deve avvenire alle 23:01 dell’8 maggio 1945. Il giorno successivo il Generale Wilhelm Keitel assieme ad altri rappresentanti dell’alto comando (Oberkommando der Wehrmacht) giungono a Berlino dove firmano un documento simile, alla presenza del Generale Georgij Žukov, arrendendosi esplicitamente alle forze sovietiche. La cerimonia della firma avviene in una villa, in cui era stato posto il Comando Sovietico, nella periferia orientale di Berlino, nel quartiere di Karlshorst, divenuto decenni dopo l’attuale museo russo-tedesco.
Le notizie della resa giungono in occidente l’8 maggio ed esplodono festeggiamenti in tutta l’Europa. Negli Stati Uniti, dichiarano l’8 maggio il giorno della vittoria in Europa. Per volere di Stalin, il giorno dopo viene firmata una seconda resa a Berlino, Per cui secondo il tempo di Mosca la resa della Germania avviene il 9 maggio, quindi l’anniversario della vittoria viene proclamato il 9 maggio.
Il generale Franz Böhme annunciò la resa incondizionata delle truppe tedesche in Norvegia il 7 maggio, lo stesso giorno della firma di Jodl. Anche se i comandanti militari della maggior parte delle forze tedesche obbedivano all’ordine di resa solo se inviato dall’Oberkommando der Wehrmacht (OKW – Alto comando delle forze armate tedesche), non tutti i comandanti lo fecero. Le altre forze che non si erano ancora arrese lo fecero in modo frammentario.L’ultima battaglia della guerra venne combattuta a Poljana.
Per l’Europa fu la fine di un orrendo incubo he era cominciato il 1° settembre 1939. Ma la vera fine della guerra mondiale si ebbe con il bombardamento atomico su Hiroshima e Nagasaki in giappone da parte delle forze armate statunitensi. Si disse: “MAI PIU'” Ma non era vero.
…/Fine_della_seconda_guerra_mondia…

Aggiungi un commento