REPETITA IUVANT: PATTO DI STABILITA’: O SI APPLICA O SI BUTTA

Settembre 2016 – 2018
Il patto di stabilita’ fissa regole e paletti … in assenza dei quali la spesa pubblica crescerebbe senza alcun controllo … chi non capisce questi semplici concetti magari dovrebbe dare una ripassata a qualche testo base di economia politica … che poi questi numeri (non) abbiano un qualche senso dal punto di vista “scientifico” e (non) siano basati su “hard facts“, questo e’ tutto un altro discorso …
===
Per una volta, siamo d’accordo con la posizione della maggioranza degli stati membri della UE, che hanno bloccato il tentativo della commissione di introdurre sempre nuove deroghe ad hoc sul patto di stabilita’. Nelle settimane scorse avevamo denunciato i tentativi di alcuni governi, fra cui quello italiano per bocca del ministro Padoan, che invocavano eccezioni per ogni cosiddetta “emergenza” (migranti, maltempo e chi più ne ha più ne metta). Se esistono le regole, esse vanno rispettate da tutti; se queste regole sono inapplicabili o dannose o semplicemente superate allora vanno riviste nella loro struttura e non a seconda di come tira il vento quel giorno. Il patto di stabilita’ per avere senso deve essere applicato, altrimenti meglio buttarlo a mare e stabilire nuovi principi di equilibrio di bilancio.

Aggiungi un commento