DECRETO GENOVA: INCOMPETENZA 1 – CITTADINI 0.

CSV SVIZZERA

Antonio Ripa

Il decreto Genova torna “in cantiere”. 

Numerose sono le incongruenze a partire dalle somme destinate a coprire le spese di ricostruzione del ponte e per risarcire cittadini ed imprese che hanno subito danni fino alla esclusione di Autostrade e di tutte le imprese che collaborano e lavorano con l’azienda del gruppo Benetton e che, con la versione attuale del Decreto, non potrebbero in alcun modo partecipare ai lavori.

Fare proclami nel giorno del dolore e della tragedia per trovarsi a quasi due mesi con un nulla di fatto non e’ sinonimo di governare. Il Premier Conte dichiaro’ l’intenzione del governo di procedere senza aspettare i tempi della giustizia ( violando anche uno dei principi cardine della democrazia che e’ la separazione ed indipendenza dei poteri) ma qui sembra che gli unici tempi che seguano siano quelli della incompetenza.
Democrazia non e’ un mero processo dove il politico e’ il risultato di un mero processo elettorale. Democrazia e’ un insieme di valori, tra cui la meritocrazia, ovvero di quel processo che premia gli sforzi individuali nell’accrescere le proprie competenze,e che il politico mette a disposizione della comunità. Ormai democrazia e’ intesa come il risultato di una uguaglianza di valore che dispensa l’ignorante dall’istruirsi.
Buona riflessione

Aggiungi un commento