FRANCIA – BELGIO : PAESI DOVE AI CRIMINALI E’ PERMESSO ORGANIZZARE, IN PRIGIONE, I LORO ADEPTI


CSV – STRASBURGO
Francia : un sistema carcerario, dove i radicalizzati possono comunicare tra loro e scambiarsi liberamente. È un sistema carcerario altamente imperfetto perché rafforza potenziali o comprovati criminali nel loro approccio mortale. L’autore dell’attacco a Strasburgo era appena uscito di prigione, quindi sapevamo che in questa prigione era radicalizzato. Cherif Chekatt, 29 anni e un passaporto francese: è il presunto attentatore di Strasburgo. E’ schedato con la lettera ‘S’ dei radicalizzati a rischio ed è stato condannato 20 volte per reati minori: è quanto rivela Le Figaro online. Ieri mattina la polizia l’aveva cercato a casa perché era ricercato per omicidio e rapina. Trovate, nell’occasione, una pistola e una granata.
L’uomo era già stato in carcere per reati comuni e successivamente segnalato dalle autorità francesi come elemento ‘radicalizzato’ islamico a rischio attentati. 
C’è chiaramente e ovviamente qualcosa di marcio in questo paese dove ai criminali è permesso organizzare, in prigione, i loro colpevoli! E’ INTOLLERABILE!

Aggiungi un commento