IL CRAC DI CONDOTTE E QUELLE RICCHE CONSULENZE A PARENTI E AMICI DI RENZI E BOSCHI.

Un buco da 2 mil. di euro. la terza società di costruzioni d’Italia (che doveva costruire la nuova stazione TAV a Firenze) sull’orlo del fallimento.
L’Espresso scopre un contratto fatto dal gruppo a Emanuele Boschi, il fratello dell’ex ministro Maria Elena, di 150.000 euro, mentre gli operai non prendono lo stipendio.
Incarico anche ad Alberto Bianchi. l’ex presidente della fondazione Open Matteo Renzi.
CSV: Le modalità sono quelle dell’assalto alla diligenza che si ripetono puntualmente ad ogni cambio di governo..MO BASTA!

Aggiungi un commento