A FOLIGNO UN “ESPERIMENTO” ORRIBILE

Riceviamo e volentieri pubblichiamo da Sara Menghini

È anche in Umbria viene meno lo spirito di accoglienza e la decenza. ðŸ˜¡

A FOLIGNO UN “ESPERIMENTO” ORRIBILE

Bambino nero a scuola mandato alla finestra additato e invitato a guardare fuori perché “troppo brutto”.

Questa storia da qualunque parte la si guardi è orribile perché se il maestro, come ha detto, voleva fare un esperimento sociale primo non lo fa sulla pelle di bambini che non sono in grado di elaborare simili concetti, secondo prima di qualsiasi iniziativa si informano genitori e dirigente scolastica su quello che si vuol fare chiedendo loro il permesso, terzo perché i bambini vanno a scuola per imparare e non per essere vittime di esperimenti razzisti o sul razzismo.

E, quindi, hanno fatto benissimo i genitori a denunciare quanto accaduto perchè un episodio del genere che ha implicazioni che possono arrivare al razzismo non può essere e rimanere circoscritto all’interno di un plesso scolastico ma chiarito sotto ogni aspetto prima che si precipiti tutti nel baratro verso cui stiamo correndo.

Aggiungi un commento