Riceviamo e volentieri pubblichiamo da Carlo Annoni

E la carenza di investimenti segnala due cose: le famiglie non hanno fiducia negli impieghi alternativi che loro si presentano o, almeno, non reputano che il rischio sia adeguatamente remunerato, a causa dei bassi tassi di rendimento; hanno paura del futuro e vogliono tenersi liquide per quando dovesse accadere loro qualche evento avverso, come il licenziamento, il calo del fatturato, spese impreviste, etc.”
Sfiducia sfiducia sfiducia di famiglie e investitori, ecco una valido punto di vista sulla crisi italiana. E la politica che fa? Con sempre più spesa e invasività da un lato, ed incapacità di fornire sicurezza e giustizia dall’altro, va ad erodere il già declinante capitale sociale del paese.

Aggiungi un commento