LA VERA STORIA DELL’ASSASSINO DIFESO DAL MINISTRO DEGLI INTERNI SALVINI

” Piacenza, nel marzo del 2011 due ladri entrano in un cantiere per rubare del gasolio. Sul posto accorre il proprietario con un suo dipendente, ferisce a un braccio un ladro, mentre l’altro riesce a fuggire. Ma quando il fuggiasco torna sul posto, per recuperare la macchina, viene bloccato, viene fatto inginocchiare, viene colpito più volte alla testa con un corpo contundente e, alla fine viene, ferito con un colpo di fu*ile esploso a distanza ravvicinata – mentre era ancora in ginocchio. I giudici condannano l’uomo che ha s*ar*to per tentato omicidio: quattro anni di reclusione.

Ieri, il nostro Ministro dell’Interno è andato a trovare l’aspirante assa**ino in carcere. Ha dichiarato che quell’uomo non può essere colpevole per “essersi difeso dai ladri” e che intende darsi da fare perché ottenga la grazia. 

1. In tutta questa storia la legittima difesa c’entra quanto un libro in mano a un leghista. La difesa è legittima se è proporzionata e soprattutto contestuale – significa che la difesa deve avvenire mentre è in corso una minaccia o un’aggressione, non dopo. 

2. Se fai inginocchiare il ladro, lo torturi e poi gli sp*ri, commetti diversi reati, il più grave dei quali è certamente il tentato omicidio. “Eh ma quell’uomo aveva subito tanti furti in passato!” è una risposta meno pertinente del libro in mano al leghista – RECORD! 

3. Il Ministro dell’Interno di un Paese DEMOCRATICO e CIVILE non può compiere certi gesti o fare certe dichiarazioni. Perché egli tutela l’ordine pubblico e rappresenta la nazione: non dovrebbe invitarci a farci giustizia da soli. 

Tiriamo le somme: l’Italia è tecnicamente in recessione. L’opposizione è moribonda. Al governo c’è un uomo che fa comizi – ed entra in Parlamento – con la giacca della polizia, usa con disinvoltura slogan fascisti e soffia continuamente sul fuoco della violenza e della discriminazione. 

Attenzione. 

La democrazia non è un oggetto di valore che abbiamo ereditato dai nostri nonni, ma un delicato processo da tutelare e difendere quotidianamente. 

Roma A.D. 2019 

Ci sono solo tre cose da fare: resistere, resistere, resistere. 

Usque Ad Finem. 

Ringrazio l’admin. di “Leggere i Post di Salvini per Sentirsi una Persona Migliore” per avermi segnalato questa gravissima vicenda.”

Aggiungi un commento