“Quando un popolo non ha la visione del futuro, punta il dito contro il diverso”

Marialuisa Colonna Romano

Riporto un punto di un’intervista di Paolo Crepet che mi sembra utile per una riflessione: “Vedo dei giovani straordinari, che girano il mondo e che amano le diversità, perché le vivono. Per il resto non mi illudo: non vedo soluzioni globali, che passino attraverso eventuali governi futuri. La comprensione del valore della diversità è un lavoro culturale, che riguarda noi. Ecco perché ce l’ho con gli intellettuali. Non me ne frega niente di Renzi o di Di Maio. Il futuro dell’Italia dipende da noi, da una nuova educazione. Ci vuole una società più umile, più intelligente. Ma per troppi anni abbiamo sottovalutato tutto questo.”

Aggiungi un commento