IRAN SILENZIA NASRIN, L’AVVOCATA DEI DIRITTI, CARCERE PER 38 ANNI E 148 FRUSTATE


Dura condanna del regime contro Nasrin Sotoudeh, accusata di danneggiare la sicurezza nazionale

Da anni Sotoudeh difende gli attivisti per i diritti umani in Iran; tra loro ci sono le donne che tra dicembre 2017 e gennaio 2018 si tolsero il velo per protestare contro la legge della Repubblica Islamica che obbliga le donne a indossare l’hijab (il velo, appunto) in pubblico. Nel 2012 aveva vinto insieme all’attivista, attore e sceneggiatore iraniano Jafar Panahi, il premio Sakharov per la libertà di pensiero, consegnato dal Parlamento europeo.

Aggiungi un commento