LEGITTIMA DIFESA: LA RESA DEL MINISTRO SALVINI DI FRONTE ALLA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA

Luca Neri A prescindere dalla detenzione o meno di un’arma, sicuramente una legge anche con punti “vendicativi”, vista l’estrema debolezza dello Stato nei confronti di questo tipo di criminalità. Tra l’altro puoi fare tutte le leggi che vuoi ma la mancanza base, molto grave, rimane sempre la certezza della pena e senza quella stai solamente aumentando il lavoro degli avvocati, perché ad una prima lettura ci sono tante sfumature e troppo poche certezze. Aumenterà quindi il carico di lavoro dei tribunali. Ribadisco quindi la resa del
Ministro degli Interni di fronte alla criminalità organizzata e non, visto che non riesce a far fronte a tutto questo con parecchi cospicui corpi di polizia, praticamente ha detto “ io vi posso dare l’aiutino, poi sono cazzi vostri”.

1 Comment

  • Nino
    Posted 28 Marzo 2019 20:08 0Likes

    …il solito commento fuorviante e mistificatorio. Salvini non si e’ arreso ad un bel niente…quanto ha piuttosto riportato un minimo di normalità in uno specifico quadro completamente cancrenizzato dalle inquinanti comuniste tumorali… ovvero che sia assolutamente legittimo poter difendersi da attacchi delinquenziali in casa propria… e non si debba risarcire i delinquenti…né per questo si debba essere attaccati dallo Stato. Nel merito invece della sua mistificata arresa…il ministro Salvini sta facendo l’esatto contrario… assumendo nuovi poliziotti e carabinieri… e dunque potenziando le forze dell’Ordine… contrariamente a quanto fin qui dai comunisti tumorali che hanno invece indefessamente potenziato i criminali…importandoli a valanga con la delinquenziale operazione dei finti migranti. Eqquestoeqquanto!

Aggiungi un commento