ITALIA: ALLARMANTE LIVELLO DI VIOLENZA NEI CONFRONTI DEI GIORNALISTI DA PARTE DI MAFIA E POLITICI

Circa venti giornalisti italiani stanno attualmente ricevendo la protezione della polizia giorno e notte a causa di gravi minacce o tentativi di omicidio da parte della mafia o da gruppi di estremisti. Il livello di violenza nei confronti dei giornalisti è allarmante e continua a crescere, specialmente in Campania, Calabria, Puglia e Sicilia, così come a Roma e nella regione circostante. Diversi giornalisti hanno avuto le loro case rapinate da gruppi criminali o perquisite dalla polizia, che ha confiscato importanti documenti di lavoro. Questi giornalisti coraggiosi e determinati continuano comunque i loro rapporti investigativi. Molti giornalisti sono stati criticati e insultati in relazione al loro lavoro da politici, in particolare da membri del Movimento a cinque stelle (M5S), che li hanno definiti “sciacalli inutili” e “puttane”. Alcuni giornalisti hanno ceduto alla tentazione di censurarsi per evitare molestie politiche. Come risultato dei loro rapporti o delle opinioni che hanno espresso, alcuni giornalisti sono stati minacciati dai politici con il ritiro della protezione della polizia che hanno ricevuto per anni.


 

Aggiungi un commento