Caro Presidente,

nel congratularci e felicitarci per la sua elezione, auspichiamo che lei prosegua nel solco del suo predecessore per quanto riguarda l’attenzione ai temi della funzione pubblica internazionale. Ci riferiamo in particolar modo alla questione del diniego del ricongiungimento dei periodi contributivi da parte dei funzionari italiani delle Organizzazioni internazionali. Il tema fu posto all’attenzione di tutti i membri italiani del PE alla fine della scorsa legislatura. Alcuni dei suoi colleghi si fecero carico della questione, presentando una interrogazione alla Commissione che ha recentemente risposto confermando il diritto che l’Italia si ostina a negare. La Commissione Europea ha richiesto ulteriori informazioni e su questa questione il nostro paese rischia una nuova procedura di infrazione dopo quella aperta su temi analoghi anni fa.

Siamo sicuri che il suo mancato riscontro non sia stato frutto di disinteresse ma solo il risultato di una sfortunata sovrapposizione con la sua campagna elettorale. Avrà tutta la legislatura per recuperare; se ce ne darà modo sarà nostra cura illustrarle la vicenda di persona. Per il buon nome del Paese e perché tutti i cittadini italiani possano godere degli stessi diritti e non siano anche discriminati rispetto ai loro colleghi di altri paesi europei.

Cordiali saluti

Massimo Bernacconi

Primo firmatario della denuncia alla commissione europea

Aggiungi un commento