FISCO: SUPERATO IL LIMITE DI RAGIONEVOLEZZA, I CITTADINI SONO COLPEVOLI FINO A PROVA CONTRARIA

CSV- BRUXELLES

QUANDO TASSE SUPERANO IL LIMITE RAGIONEVOLEZZA: SCIOPERO FISCALE E’ LA RISPOSTA, NON L’EVASIONE!!!

Quando tasse superano il limite ragionevolezza: #scioperofiscale e’ la risposta, non l’evasione!
Ci fa sorridere l’atteggiamento ipocrita ed il tentativo di autoassolversi da parte di alcuni autoproclamatisi rappresentanti degli evasori fiscali (o che vorrebbero ma non possono), i quali cercano con veemenza di giustificare il proprio comportamento antisociale dietro alla foglia di fico dello “stato di necessita’ ” …

Fermo restando che esistono siffatte situazioni, esse sono certamente marginali … preferiremmo invece che siffatti soggetti “evasori per principio” si assumano la responsabilità delle delle proprie azioni ed affermino candidamente che lo fanno per potersi godere in pace il frutto del proprio lavoro senza pagare il prezzo che la loro condizione di cittadini (sudditi, troppo spesso) del proprio paese impone, preferendo adottare la strategia del “free rider” …

OK, dal punto di vista etico potremmo naturalmente essere in disaccordo ma iniziare un dibattito a viso aperto, elaborare distinguo, disquisire sulla mai sopita dicotomia fra individualismo ed il solidarismo (diverso da solidarietà) imposto dal contratto sociale, sulla sostenibilità dello stato sociale e quant’altro, ma almeno facendolo a viso aperto!

Da parte nostra sosterremmo certamente come lo sciopero fiscale sia un altro mezzo e’ un altro, e migliore, mezzo per cercare di forzare una riduzione della spesa pubblica ed un comportamento più morigerato ed attento da parte dei governanti. E magari su questo punto potremmo anche trovarci d’accordo ed intraprendere un percorso comune.

Ma non certo possiamo tollerare che la vigliaccheria di una azione individuale clandestina mascherata dalle fattezze posticce di un Robin Hood de noartri continui a causarci un danno patrimoniale diretto, dato che le politiche di spesa pubblica dissennate continuerebbero comunque ed a pagarle sarebbero sempre gli stessi.

E’ stato giustamente detto: no taxation without representation. Bene, allora, che la cittadinanza si organizzi e si vada allo sciopero fiscale … altrimenti si continui pure ad evadere ma almeno si abbia la decenza di finirle con queste puerili giustificazioni.

Discutine con noi nel forum di CSV

Aggiungi un commento