CONSEGUENZE BUROCRATICHE PER UNA BREXIT CHE IMMEDIATA (COME VUOLE FAR CREDERE BJ ) NON E’

Il leader populista BJ fara’ sottoscrivere un accordo per la brexit “immediata” che contiene una proroga al 31.12.20, salvo ulteriore proroga, se i parlamentari nazionali UK non approveranno l’accordo. E i parlamentari nazionali lo hanno gia’ respinto.

CONSEGUENZE BUROCRATICHE

1 AVRO’ BISOGNO DI UN VISTO PER VIAGGIARE IN EUROPA DOPO LA BREXIT?

Il Dipartimento per l’uscita dall’Unione europea (DExEU) del governo britannico ha dichiarato aSimon Calder dell’Independent che non ci saranno cambiamenti alle norme esistenti su passaporti, patenti di guida, tessere di assicurazione malattia europee o tariffe di roaming mobile tra la nostra uscita dall’UE venerdì 31 gennaio e fine dell’anno civile.

“Durante il periodo di attuazione, che durerà fino alla fine di dicembre di quest’anno, i viaggi verso l’UE rimarranno gli stessi”, gli ha detto un portavoce del governo.

Successivamente, al momento non ci sono piani in atto che richiedono ai viaggiatori di richiedere un visto, secondo gov.uk.

I turisti potranno comunque effettuare brevi viaggi all’estero nei paesi dell’UE, oltre a Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera, per un massimo di 90 giorni in un periodo di 180 giorni senza la necessità di compilare ulteriori domande.

Coloro che visitano tali paesi per motivi di lavoro o di studio a decorrere dal 1 ° gennaio 2021 possono tuttavia richiedere un visto o un permesso e sono invitati a controllare la pagina di viaggio di ciascun paese caso per caso.

Potrebbe anche essere richiesto di mostrare varie cose al controllo di frontiera come un biglietto di ritorno o di proseguimento o la prova che si dispone di denaro sufficiente per pagare il soggiorno. Potrebbe essere necessario utilizzare corsie separate da UE, Spazio economico europeo e cittadini svizzeri durante le code.

2. IL MIO PASSAPORTO ATTUALE SARA’ ANCORA VALIDO?


Ancora una volta, nulla cambierà immediatamente e i passaporti del Regno Unito rimarranno validi per viaggiare ovunque nell’UE fino alla fine del 2020, poiché saremo ancora nel periodo ufficiale di attuazione.

A partire dal 1 ° gennaio 2021, dovrai avere almeno sei mesi sul passaporto attuale il giorno del viaggio e per avere meno di 10 anni.

Se queste due condizioni non sono soddisfatte, dovrai rinnovarlo: un processo che dovresti concedere per tre settimane (anche se esiste un servizio premium che puoi usare per velocizzare le cose) e che il governo offre una guida completa online.

I criteri di cui sopra non si applicano ai viaggi in Irlanda, tuttavia, ai quali è possibile viaggiare normalmente.

Per quanto riguarda i mitici passaporti blu così apprezzati dai Brexiteer, sono previsti per essere introdotti “all’inizio del 2020” e introdotti gradualmente. Esilaranti, vengono prodotti dalla società francese Gemalto, in sostituzione di De La Rue, una società britannica che ha prodotto le vecchie versioni bordeaux dal 1915.

Tanto per “riprendere il controllo”.

3. CHE COSA SIGNIFICA PER LE TASSE ESENTI DA DAZIO E IL ROAMING?

Per quanto riguarda lo shopping negli aeroporti, il cancelliere Sajid Javid ha promesso il ritorno in franchigia qualora il Regno Unito abbandonasse l’Europa senza un accordo a settembre.

Dato che stiamo partendo con un accordo di recesso, l’impegno di Javid non avverrà immediatamente poiché il mercato unico esistente e le regole dell’unione doganale si applicheranno fino alla fine del periodo di transizione, che potrebbe, in teoria, essere esteso alla fine del 2023.

Attualmente, a partire dal prossimo gennaio, sarai in grado di ottenere bevande e tabacco esenti da dazi dagli aeroporti, porti e stazioni ferroviarie del Regno Unito, ma le regole stanno cambiando su ciò che puoi riportare. I dettagli sono descritti qui.

E il roaming dei dati? Le regole dell’UE per le chiamate, l’invio di SMS e l’utilizzo di Internet dal tuo smartphone continueranno a essere valide anche per i viaggiatori britannici per il resto dell’anno.

Dal 1 ° gennaio 2021, il roaming gratuito garantito per telefoni cellulari in tutta l’UE, Islanda, Liechtenstein e Norvegia finirà e si consiglia ai cittadini di verificare con il proprio gestore di telefonia mobile prima di viaggiare. Ma una nuova legge significherà che non è possibile sostenere addebiti di dati superiori a £ 45 senza essere avvisati, il che sembra ragionevole.

Aggiungi un commento