25 Luglio 1943 – 25 Luglio 2013

In questo stesso giorno di 70 anni fa, il Gran Consiglio del Fascismo voto’ l’ordine del giorno Grandi; Benito Mussolini viene fu arrestato a Villa Savoia e sostituito al governo da Pietro Badoglio. Il fascismo come regime di stato poteva dirsi finalmente concluso, ma fu vera gloria? Non credo, mi pare semplicemente una delle tante manifestazioni del malcostume italico di sputare nel piatto in cui si e’ lautamente mangiato, con la speranza di rifarsi una verginità e riciclarsi nel nuovo sistema. Un po’ il vecchio gioco del trasformismo che ritroviamo in quella stessa meravigliosa città eterna in questo caldo 25 Luglio 2013. PD e PDL tutti insieme appassionatamente (spirit of bicamerale revival) senza essere mai stati veramente antagonisti; un PdR che ha giocato e sta giocando un ruolo ambiguo e che egli stesso ha mostrato in prima persona come si possano disinvoltamente percorrere tutti i sentieri dell’Assolutismo del XX/XXI secolo; dai GUF al PCI del Cominform fino alla senile “Presidenza Reale” dell’ultima fase del suo primo e che sta onorando anche in questo malaugurato secondo mandato, indubbiamente dovuto a cause contingenti ma di certo anche facilitato da una naturale predisposizione (i maligni dicono genetica, ma potrebbe essere anche l’atmosfera del Quirinale che fu dei Papi o la pressione di cattivi consiglieri). No, come non credo che 70 anni fa si potesse tracciare una linea netta fra i “buoni” che votarono l’ODG grandi ed i “cattivi”, non credo lo si possa fare neppure oggi; non chiedetemi di scegliere fra l’oscenità eretta a sistema di governo dell’uomo di Arcore e l’ipocrisia rivoltante del PD di governo! Nell’Italia di Schettino e delle rettifiche alle smentite, del tragicomico affaire Kazako e di mille altre quotidiane meschinità, la figura certamente più rappresentava del 25 luglio 1943 vera fonte di ispirazione per il disastro odierno e’ senza dubbio la figura di Tullio Cianetti … un uomo per tutte le stagioni e che abbraccia tutte le definizioni possibili: fascista/di sinistra/sindacalista/filotedesco/etc etc … voto’ l’ODG Grandi, si scuso’ il giorno dopo con Mussolini, evito’ il plotone di esecuzione al processo di Verona e dopo la guerra la fece franca scappando in Mozambico … neppure il presidente operaio avrebbe saputo fare meglio!

Aggiungi un commento