Intervento violento ed ingiustificabile Senatore Giarrusso (M5S) su #candidatisenzavoce

Sul tema della “trazzera“, che e’ stata asfaltata con fondi del M5S e che permetterebbe al traffico di bypassare la famosa frana sulla A16 sono in questi giorni sono in corso animate discussioni nel gruppo FaceBook di Candidati Senza Voce.
Come i nostri lettori ben sanno, un tema fondamentale per noi e’ quello della sicurezza dei trasporti. 
A questo proposito abbiamo inviato una mail al capogruppo M5S in regione Sicilia Giancarlo Cancellieri ed invitato il Senatore dello stesso partito Mario Michele Giarrusso ad intervenire direttamente nella discussione in quanto iscritto al nostro gruppo FaceBook.

Nello specifico, la nostra richiesta verteva sullo stato dei collaudi di sicurezza previsti dalla legge e dalle norme vigenti sulla viabilità. Ciò in modo da tranquillizzare quanti siano legittimamente preoccupati per la copertura assicurativa, la sicurezza della sede stradale e quant’altro.

Mentre siamo ancora in attesa fiduciosi della risposta del capogruppo Cancellieri, abbiamo invece assistito esterrefatti all’intervento del Sen. Giarrusso, che si e’ lasciato andare ad esternazioni scomposte ed ingiustificabili nei confronti di cittadini che richiedevano chiarimenti ed informazioni.
Ora, questo tipo di interventi squalificano completamente chi li proferisce, non certamente chi discute in maniera anche animata ed aspra sul tema; qualcuno ha bonariamente definito l’intervento “sanguigno” … noi lo definiremmo in altro modo, ma preferiamo soprassedere … questo e’ lo stile al quale purtroppo ci sta abituando l’insieme della classe politica italiana sospesa fra la dicotomia becera “grullini vs pidioti” che noi rigettiamo, e che fa il paio con gli sberleffi ricevuti qualche giorno fa su Twitter ad una richiesta analoga nei confronti di Beppe Grillo che festeggiava l’apertura della strada.


Certo questo nulla e’ nei confronti della violenza verbale di un Senatore della Repubblica, cosi irrispettoso nei confronti dei suoi concittadini, non solo degli elettori di partiti avversi, ma anche della parte “pensante” dei sostenitori del suo stesso partito.

L’indegno Senatore non ha alcuna attenuante … con il suo intervento sguaiato, maleducato e scomposto si è posto allo stesso livello di personaggi quali Razzi e Scilipoti, se non più basso. 

Gli è stato solo chiesta cortesemente una risposta chiara sulle certificazioni di sicurezza …
… ed ha scelto invece di buttarla in rissa iniziando “a sclerare qui come un frustrato qualunque” (cit.); evidentemente non ha argomenti fattuali da portare ed ha tutto l’interesse nel far definitivamente degenerare la discussione.

Ora, ci e’ stato obiettato che sarebbe stato meglio una forma più “privata” di contatto, come una e-mail visto il tono aspro e spesso provocatorio della discussione online in corso. Forse, ma questo individuo è presente su FaceBook ed altri social media, partecipa alle discussioni ed è, come gli stessi grillini sostengono, un nostro dipendente; egli ha il dovere di rispondere a tono, visto che lo paghiamo profumatamente per quello che fa. 
Oppure di tacere se non sa cosa dire (come del resto fanno i vari Renzi, Padoan, Gentiloni, quando da noi invano sollecitati su temi di politica estera ed economia);  ma non lo ha fatto. Evidentemente pensava di potersi comportare come nei vari “teatrini del web di vari siti “schierati e generatori di bufale che probabilmente e’ uso requentare, visto che risultano tanto popolari per tirare la volata al suo schieramento.

Ci si dice anche che il povero tapino avrebbe reagito così perché colpito dal sarcasmo di alcuni commentatori … se fai il senatore e non sai reggere il sarcasmo, all’ordine del giorno nelle aule parlamentari, allora meglio che cambi mestiere.

A noi le cause di tali comportamenti non interessano, questo think tank non si occupa di psicanalisi e non abbiamo familiarità con personalità disturbate.

Vista la gravità dell’episodio, abbiamo aperto un thread specifico nel commentare il comportamento di un maleducato arrogante e presuntuoso che proferisce insulti coperto dalla tanto vituperata immunità parlamentare.

Buona giornata.

Aggiungi un commento