BELGIO : DEGRADO NEL CALCESTRUZZO DELLE CENTRALI NUCLEARI.

Il cemento si sgretola e in Belgio i reattori nucleari vengono fermati, 6 su 7.

Si attente un forte aumento del prezzo dell’energia elettrica e il rischio di black out, durante il mese di novembre in una vasta zona del paese.
Già nel 2017 CSV aveva sollevato il problema del rapido deterioramento alle pareti dei recipienti in pressione nei reattori di Doel 3 e di Tihange 2, raccogliendo le denunce preoccupanti della comunita’ scientifica belga.
Ad aprile c’e’ stata una perdita di 6.000 litri di liquido radioattivo in corrispondenza delle saldature di un condotto in uno dei sistemi di raffreddamento del reattore. Incidente seguito da un’ondata di polemiche perche’ le autorita’ federali e la direzione della centrale non ne avrebbe dato notizia tempestivamente al pubblico.

Aggiungi un commento