RICOSTRUZIONE PONTE MORANDI

CSV SVIZZERA
RICOSTRUZIONE PONTE MORANDI : 
GRILLO, TONINELLI E LA SCOPERTA DELLA RUOTA
Antonio Ripa
Mentre i genovesi aspettano risposte su modi e tempi di abbattimento e ricostruzione dopo il crollo del 14 agosto,
nelle ultime ore, il fondatore del M5S Beppe Grillo sul suo blog lancia ufficialmente il progetto di suo gradimento per il Ponte Morandi.Un opera surreale, con luoghi per uffici, bar, ristoranti, che ha trovato immediatamente la sponsorizzazione ufficiale del Ministro alle Infrastrutture grillino Toninelli..
Un opera progettata da chi,almeno sul suo sito, non mostra progetti di ponti ma solo lavori per ristrutturazioni di appartamenti, palestre e ristrutturazioni di rustici. Un opera quindi progettata di chi non ha esperienza in viadotti e rilanciata da un comico. 
E Questo dopo che si e’ scoperto che Fincantieri, azienda di eccellenza italiana nella cantieristica navale ed a capitale pubblico, proposta sempre da Toninelli come l’esecutrice dei lavori di ricostruzione, non ha i mezzi e le capacita’ tecniche non avendo le certificazioni obbligatori per legge per eseguire opere di ingegneria stradale
Alla città di Genova serve un PONTE, un semplice a banale PONTE ovvero una struttura atta a superare il fondo valle del Polcevera, che si antepone alla continuità di una via di comunicazione cruciale per la città e per il suo porto commerciale.
E’ ora che questo governo se continua a mostrare di non essere capace di fare altro che inventare la ruota, si faccia da parte. Senza la concretezza necessaria nell’amministrare e gestire una emergenza, tra 10 anni saremo a discutere sul colore dello scivolo per i bambini del giardino delle aree giochi lungo il ponte.
Io Speriamo me la cavo” e’ il titolo di un noto romanzo di Marcello D’Orta e dell’omonimo film di Lina Wertmüller interpretato da un grande genovese, Paolo Villaggio,
Titolo appropriato per questa ennesima vicenda all’italiana.
Buon Sabato

Aggiungi un commento