CSV SVIZZERA

Antonio Ripa

Giovedì scorso , i populisti alzavano le braccia in aria fuori un balcone del palazzo del potere, esultando per la loro manovra del popolo.
Oggi sesto giorno, ma di questa manovra nessuna traccia. Solo continui proclami nel difendere ciò che aspettiamo tutti di vedere, ovvero la nota di aggiornamento decreto economia e finanza , dove il Ministro spiega la analisi che porta a garantire un incremento del pil ed il contenimento del debito a fronte di un deficit pari al 2.4% del pil stesso, senza investimenti strutturali, ma solo misure assistenzialistiche e volte a bloccare le clausole di salvaguardia.
Inoltre, come sollevato dallo scorso venerdì ,se la matematica non è un opinione, dai numeri comunicati fino ad ora, i conti non tornano, in particolare con il rischio che il 2.4% non sia realistico per quanto promesso, e che si traduca in uno sfondamento del 3%.
Ieri il debito ha raggiunto un tasso di interesse non più visto dal 2014. Speriamo che oggi il governo non continui insieme ai propri elettori con un triste e misero ‘ed allora il PD?’ visto che ieri hanno mostrato di essere in grado di fare peggio del loro amato nemico, Matteo Renzi, raccogliendo la sua eredità di bambino capriccioso


Aggiungi un commento