RATING: DECLASSATE LE MAGGIORI BANCHE ITALIANE.

CSV SVIZZERA
Antonio Ripa
Intesa Sanpaolo, Mediobanca, Bnl, Cariparma, UnipolSai, Banca Imi, Fca bank, Cassa Depositi e Prestiti, Banca del mezzogiorno ed Invitalia vedono il loro rating declassato.
Unicredit mantiene il rating ma l’outlook passa da positivo a stabile. Il gruppo Generali rimane invariato
Situazione sempre piu’ complessa e delicata poiché’ più il rating scende, più costa alle banche farsi fornire liquidità dalla Banca centrale europea offrendo come garanzia i nostri titoli di Stato e reperire soldi sul mercato attraverso l’emissione di obbligazioni diventa più costoso.
Ma sembra che al governo ed ai suoi sostenitori non importi nulla del disastro economico che ogni giorno diventa si allarga sempre di più portando l’Italia nella stessa situazione del 2011 con l’aggravante di uno scenario economico internazionale piu’ restrittivo di allora.
Venerdì a chiusura dei mercati, verrà annunciato anche il rating da parte di S&P che molto probabilmente simile a quello di Moddy’s ovvero declassamento all’ultimo scalino del range investment grade e anticamera di ingresso nel mondo delle obbligazioni junk, ovvero spazzatura.
Ed il PD ? . il rating e’ una truffa ? e Soros ? .ed il complotto ? la sovranità’ ?
Tra qualche mese dopo giorni di fila agli sportelli del bancomat per prelevare i 20€ max di disponibilità’ settimanale, chiedete la stessa cosa.

Aggiungi un commento