LA RETATA, FORTI CON I DEBOLI E DEBOLI CON I FORTI.

Da centro rifugiati di Castelnuovo di Porto, Roma, Hatice, ragazza scappata dalla Turchia per persecuzione politica , du figli, Sigo di 5 anni, Arges di 4, frequentavano la scuola materna, studiano l’Italiano nel doposcuola, saranna trasferiti.

Blessing, nigeriana , venticinque anni, arrivata in Italia con la tratta delle prostitute , e’ poi riuscita a sottrarsi agli sfruttatori, accolta a Castelnuovo , ha un figlio di 7 mesi sara’ allontanata dal centro, senza dimora.

Oussama, egiziano, ventiquattro anni, idraulico fuggito dall’Egitto perche’ oppositore del governo, a Natale ha vinto il premio cittadinanza attiva per l’opera prestata al Comune, sara’ trasferito.

Ansou Cisse’, diciannove anni, senegalese, capocannoniere della squadra di calcio del paese , nella Squadra atletica vaticana, studente delle superiori sara’ trasferito .

Traore’ Abdoulbalah, ventisei anni , del Togo, studente delle superiori, impiegato nei lavori socialmente utili, gli hanno consegnato il foglio per la revoca dell’accoglienza, sara’ allontanato dal centro, SENZA DIMORA.

Pinar e Homer, coppia turca, fuggiti perche’ lui e’ curdo, due figli di 5 e 2 anni, il grande Berat Ata, va in prima elementare , studia italiano nel dopo scuola, saranno trasferiti.

Flora del Vivo, maestra elementari di Castelnuovo: ” non ho avuto neanche la possibilita’ di avvicinarmi ai miei alunni per salutarli. Il saluto e’ fondamentale per tutti gli essere umani, ma specialmente per i bambini.”

Come ci sentiamo adesso, un po’ piu’ sicuri?

Aggiungi un commento