RICHIESTE PROTEZIONE INTERNAZIONALE: IN ITALIA TRA 2017-18 CALATE DEL 61%. SALVINI LO SA?

Eurostat, ufficio statistico dell’Unione Europea, ha diffuso i dati sulle richieste di protezione internazionale presentate nei diversi paesi UE nel corso del 2018 (i cosiddetti “first-time asylum applicants for international protection“). Secondo Eurostat, nel 2018 le richieste sono state 580.800, l’11 per cento in meno di quelle presentate nel 2017 e meno della metà di quelle registrate nel 2015, l’anno dei record. Il paese europeo che ha ricevuto più richieste è stata la Germania (il 28 per cento del totale), seguito dalla Francia (11 per cento), dalla Spagna (9 per cento) e dall’Italia (8 per cento). La principale nazionalità dei richiedenti asilo è stata quella siriana (il 14 per cento del totale), come succede ogni anno dal 2013, seguita da quella afghana e quella irachena.

In Italia tra il 2017 e il 2018 c’è stato un calo del 61 per cento delle richieste di protezione internazionale: si è passati dalle 126.550 richieste del 2017 alle 49.165 richieste del 2018. La principale nazionalità dei richiedenti asilo è stata quella nigeriana (10 per cento del totale), seguita da quella bangladese (8 per cento) e quella pakistana (15 per cento).

REGGIO CALABRIA, ITALY – JUNE 12: Refugees and migrants look out at Italy as they arrive in port on the Migrant Offshore Aid Station (MOAS) Phoenix vessel on June 12, 2017 in Reggio Calabria, Italy. An estimated 230,000 refugees and migrants will arrive in Italy this year as numbers of refugees and migrants attempting the dangerous central mediterranean crossing from Libya to Italy continues to rise since the same time last year. So far this year more than 58,000 people have arrived in Italy and 1,569 people have died attempting the crossing. Libya continues to be the primary departure point for refugees and migrants taking the central mediterranean route to Sicily. In an attempt to slow the flow of migrants, Italy recently signed a deal with Libya, Chad and Niger outlining a plan to increase border controls and add new reception centers in the African nations, which are key transit points for migrants heading to Italy. MOAS is a Malta based NGO dedicated to providing professional search-and-rescue assistance to refugees and migrants in distress at sea. Since the start of the year MOAS have rescued and assisted more than 4000 people and are currently patrolling and running rescue operations in international waters off the coast of Libya. (Photo by Chris McGrath/Getty Images)

Aggiungi un commento