Probabilmente l’aspetto piu’ interessante di lunga portata della crisi Coronavirus non e’ quello clinico, ma quello sociale. Le dinamiche che attengono al conflitto generazionale ( muoiono solo i vecchi) , ad un malinteso Darwinismo (tanto muoiono solo i piu’ deboli o gli immuno-depressi) , alla ghettizzazione etnico – geografica (gli untori….i cinesi, gli italiani, i lombardi, i milanesi…) , avranno strascichi che dureranno per decenni e ci riportano ai tempi dei profondi cambiamenti sociali e culturali che caratterizzarono le pestilenze medioevali.

Le atmosfere boccaccesche del Decameron e la danza della morte del settimo sigillo sono le due facce della stessa medaglia …

Aggiungi un commento