CORONAVIRUS: RIMANE NELL’ARIA PER ALMENO TRE ORE!

Gli scienziati del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), parte del National Institutes of Health degli Stati Uniti, hanno tentato di imitare il virus depositato da una persona infetta su superfici quotidiane in un ambiente domestico o ospedaliero, ad esempio tossendo o toccando oggetti .

Hanno usato un dispositivo per erogare un aerosol che duplicava le microscopiche goccioline create in una tosse o in uno starnuto.

Gli scienziati hanno quindi studiato per quanto tempo il virus è rimasto contagioso su queste superfici, secondo lo studio apparso online sul New England Journal of Medicine martedì – un giorno in cui i casi di COVID-19 negli Stati Uniti sono saliti oltre 5.200 e le morti si sono avvicinate a 100.

I test mostrano che quando il virus viene trasportato dalle goccioline rilasciate quando qualcuno tossisce o starnutisce, rimane vitale o in grado di infettare le persone negli aerosol per almeno tre ore.

Su plastica e acciaio inossidabile, dopo tre giorni è stato possibile rilevare un virus vitale. Su cartone, il virus non è vitale dopo 24 ore. Sul rame, sono state necessarie 4 ore per l’inattivazione del virus.

Aggiungi un commento